AR BlueClean / Pulizia e dintorni / Come lavare il camper, dagli esterni agli interni

Come lavare il camper, dagli esterni agli interni

come lavare il camper

Fedele compagno di fantastici viaggi e gite fuori porta, anche il camper, così come l’automobile, ha bisogno di essere periodicamente pulito per mantenersi in ottime condizioni. Senza contare che solo così avremo la garanzia di viaggiare, dormire e mangiare in un ambiente igienizzato a dovere.

A differenza dell’auto, infatti, il camper non richiede solo la cura dell’abitacolo e degli esterni, ma anche l’igiene profonda degli ambienti interni come la cucina e il bagno. Inoltre, rispetto alla macchina, presenta dimensioni maggiori, per cui anche la detersione di tetto e carrozzeria necessiterà di maggiore impegno. 

Vediamo, dunque, quali sono gli step principali per lavare il camper e quali strumenti possono essere utili per svolgere questa operazione in modo rapido ed efficace.

Come lavare gli esterni del camper

Per lavare le superfici esterne del camper, dovrai assicurarti di avere a disposizione:

  • uno shampoo idoneo (informarsi sempre con il produttore rispetto al prodotto più indicato per il proprio camper);
  • un secchio con dell’acqua in cui diluire lo shampoo (secondo le istruzioni presenti in etichetta);
  • una scala, utile per raggiungere i punti più alti come il tetto;
  • uno spazzolone con manico telescopico, collegabile a un tubo da giardino;
  • delle spugne.

Può essere utilizzata anche un’idropulitrice domestica, adatta soprattutto per agire in modo rapido rimuovendo anche lo sporco più ostinato. L’importante è avere l’accortezza di mantenersi a un’adeguata distanza dal mezzo e di non usare un getto troppo potente: questo evita che possano verificarsi infiltrazioni causate dall’azione dell’acqua sulle guarnizioni, ad esempio. In particolare, l’idropulitrice è perfetta per trattare la parte inferiore del camper, dove tende a depositarsi maggiormente lo sporco.

come pulire il camper

La pulizia del tetto del camper

Il lavaggio esterno del camper dovrebbe cominciare dal tetto. Non tutti i tetti sono calpestabili per cui, se hai intenzione di salirci sopra per pulirlo, è fondamentale informarsi per evitare di far danni. Qualora fosse calpestabile e decidessi di salire, ricorda di farlo con la massima sicurezza, muovendoti con attenzione e indossando scarpe adeguate per evitare possibili incidenti, soprattutto dovuti alla scivolosità della superficie quando sarà bagnata. Se preferisci o sei costretto a lavorare su una scala, piuttosto che montare sul tetto, accertati che sia stabile e fatti assistere da qualcuno, se ne hai modo.

Il tetto andrà deterso con un detergente adeguato al materiale (in genere è lo stesso che useremo per le altre parti esterne) utilizzando strumenti come lo spazzolone e le spugne. Ricorda di procedere per piccole zone: se insaponi tutta l’area, infatti, il sapone tenderà ad asciugarsi prima che tu riesca a risciacquare. Se il prodotto avesse tempi di posa precisi, inoltre, difficilmente riuscirai a rispettarli in modo accurato. 

Durante questa fase sarà opportuno pulire anche i pannelli solari, che sono presenti su alcuni modelli. A questo proposito, sai come igienizzare i pannelli fotovoltaici in ambito domestico?

Conclusa la fase di detersione, passerai al risciacquo, che si può effettuare, ad esempio, con il tubo dell’acqua. In tal caso, sarà bene stare attenti a non direzionare il getto verso i camini. 

come lavare il camper

La cura della carrozzeria

A questo punto puoi passare alle pareti verticali del camper e alla cabina, sempre avvalendoti di spazzolone e shampoo. Anche in questo caso vale la regola di procedere per zone, senza insaponare tutto in una volta, ma lavando e sciacquando piccole porzioni per volta. 

Se propendi per l’impiego di un’idropulitrice, al posto dello spazzolone, ti consigliamo di scegliere un modello che possa modulare la propria potenza, come DTS Series 4.1 Wi-TOUCH di AR Blue Clean. Grazie alla particolare tecnologia di cui è dotato, infatti, può operare in modo più o meno delicato a seconda delle tue necessità. In particolare, è possibile modulare la potenza dell’idropulitrice direttamente dalla pistola, senza dover agire sul corpo macchina.

come lavare camper

Le idropulitrici AR Blue Clean possono essere adoperate con il detergente specifico per auto, adatto anche per camper, e con pratici accessori utili a rendere il lavoro più rapido ed efficace. Tra questi rientrano la spazzola rotante e la spazzola fissa (utile soprattutto per i cerchioni), perfette per diversi tipi di materiale ed entrambe antigraffio. 

Collegate al Kit lancia sottoscocca, inoltre, le idropulitrici AR Blue Clean ti aiuteranno a pulire in modo ottimale la parte inferiore del mezzo.

Per un risultato migliore, durante la pulizia ti consigliamo di impiegare anche uno spray specifico per i segni lasciati dagli insetti, che, altrimenti, sono difficili da rimuovere. 

Infine, dopo il risciacquo e l’asciugatura, puoi pensare a un trattamento di ceratura per la carrozzeria e all’uso di prodotti mirati per rinnovare e proteggere le superfici in plastica e gomma. 

Il lavaggio del tendalino

Per igienizzare il tendalino del camper sarà necessario aprirlo completamente, facendo sì che stia in una posizione un po’ pendente (in modo che l’acqua scorra via facilmente). Procederai quindi alla detersione, sia della parte superiore che inferiore, adoperando uno spazzolone e una miscela di acqua e detergente delicato, risciacquando sempre con lo spazzolone. In alternativa, per la parte superiore del tendalino puoi usare anche l’idropulitrice, seguendo i consigli che abbiamo dato nell’articolo dedicato a come lavare le tende da sole. Infine, prima di riavvolgere la tenda, dovrai assicurarti che sia perfettamente asciutta per evitare la formazione di muffe.

Come pulire gli interni del camper

La pulizia del camper, chiaramente, comprende anche un’accurata igiene degli spazi interni. Ecco alcuni strumenti utili per questa operazione:

  • aspirapolvere o aspiratore multiuso;
  • panni in microfibra;
  • detergenti per igienizzare le diverse superfici;
  • schiume per tappezzeria;
  • prodotto o soluzione adatta per pulizia dei vetri.

Ora che abbiamo tutto il necessario, vediamo gli step principali da seguire.

come lavare il camper

Aspirare con cura

Prima di tutto, sarà necessario aspirare ogni angolo del camper: pavimento, mobilia, panche, sedie, pensili, gavone. Si tratta di un passaggio molto importante e da svolgere in modo approfondito, soprattutto perché eventuali tracce di cibo contribuiscono ad attirare gli insetti. Per un risultato ottimale puoi avvalerti di un comodo aspiratore multiuso come 31 Series 3170 di AR Blue Clean che, grazie alle sue dimensioni compatte, si adatta anche a spazi ristretti. 

Essendo un bidone aspiratutto, questo modello ha la capacità di rimuovere anche residui di sporco grossolani che un comune aspirapolvere non sarebbe in grado di eliminare, inoltre può aspirare i liquidi. Grazie alla bocchetta per tessuti, può essere usato efficacemente sulla tappezzeria, mentre la bocchetta per fessure permette di raggiungere gli angoli più difficili. 

Dopo aver aspirato tutto, passeremo alla detersione, evitando, in generale, di usare prodotti aggressivi. Approfondiamo meglio come lavare bagno, cucina e tappezzeria.

come lavare camper

Igienizzare bagno e cucina

Per superfici come lavello e piano cottura, solitamente possono essere impiegate le stesse soluzioni utilizzate a casa. Può andare bene, ad esempio, una miscela di acqua e aceto bianco, ideale per pulizie ecologiche

Particolarmente importante è l’igiene del frigo, da effettuare smontando i ripiani dell’elettrodomestico e i componenti dello sportello, e passando bene ogni sua parte: puoi avvalerti, anche qui, di una miscela di acqua e aceto. 

I componenti in plastica del bagno, ad esempio del wc, del lavandino o il piatto della doccia, vanno trattati con detergenti delicati, adatti a questi materiali. Non si dovrebbero usare, quindi, i comuni prodotti a cui siamo abituati, come ad esempio la candeggina, perché porterebbero le superfici a ingiallirsi e a rovinarsi. Per la cassetta del wc, in particolare, consigliamo prodotti specifici per i wc dei camper.

Per quanto riguarda la zona letto, invece, di solito risulta meno impegnativa: principalmente, dovremo procedere con il cambio e il lavaggio di lenzuola, piumone, federe

L’abitacolo del camper, infine, richiederà le stesse accortezze usate per gli interni dell’auto e che abbiamo visto anche nell’approfondimento dedicato alla pulizia del camion.

Prendersi cura di finestre e tappezzeria

Per la tappezzeria, dopo aver passato l’aspiratore, puoi adoperare schiume specifiche che consentono di igienizzare a fondo i tessuti. Se gli interni sono in pelle, invece, dovrai utilizzare soluzioni adatte a questo materiale. Prodotti protettivi o idrorepellenti, inoltre, possono contribuire a mantenere le superfici in buono stato più a lungo.

Per quanto riguarda le zanzariere, solitamente basta aspirarle e poi passare un panno umido: se vuoi saperne di più, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo dedicato a come pulire le zanzariere

Da ultimo, ma non meno importante, la pulizia delle finestre in plexiglas, che richiedono alcune accortezze. Per la cura del plexiglas, infatti, è bene evitare prodotti aggressivi (come ammoniaca, candeggina, alcol),  ma preferire detergenti specifici oppure acqua e sapone delicato. È inoltre fondamentale:

  • rimuovere la polvere dalla superficie prima di lavarla;
  • usare panni morbidi e puliti;
  • non pulire quando le finestre sono calde o esposte ai raggi diretti del sole

L’igiene di scarichi e serbatoi

La cura e la manutenzione di un camper comprende anche il lavaggio dei serbatoi. Questi possono essere destinati alle acque chiare (quelle pulite, che scorrono dai lavandini), grigie (provenienti da scarichi di doccia e lavandini) o nere (che vengono dallo scarico del wc).

Ognuno di essi richiederà un trattamento leggermente diverso per essere igienizzato a dovere.

La pulizia del camper, come abbiamo visto, necessita dunque di un po’ di tempo per essere completata, ma è fondamentale per avere il mezzo in ottime condizioni e per viaggiare in un ambiente salubre. Anche in questo caso, avere a disposizione gli strumenti giusti fa la differenza, perché semplifica e velocizza il lavoro. Tra questi, come abbiamo visto, rientrano anche gli aspiratori multiuso e l’idropulitrice, con l’accortezza, per quanto riguarda quest’ultima, di usarla con le dovute attenzioni. 

Se sei interessato a queste soluzioni, perché non scopri tutta la selezione di idropulitrici e di bidoni aspiratutto di AR Blue Clean?

Potrebbero interessarti:

  • DTS Series 4.1 Wi-TOUCH

  • AR Blue Clean 31 Series 3170

  • Spazzola rotante per idropulitrice