AR BlueClean / Pulizia e dintorni / Come pulire la cuccia del cane: consigli utili per il benessere tuo e del tuo amico a 4 zampe

Come pulire la cuccia del cane: consigli utili per il benessere tuo e del tuo amico a 4 zampe

come-pulire-cuccia-cane

Ammettiamolo: come sarebbero le nostre giornate senza il nostro fedele amico a quattro zampe? Senza la sua simpatica esuberanza, la sua infinita dolcezza e l’amore incondizionato che sa regalarci? È vero, ogni tanto combina qualche guaio… sporca in giro per casa, ribalta vasi e fioriere, rosicchia le nostre pantofole ma… accettiamo tutto volentieri, perché la vita non sarebbe la stessa senza di lui! Avere un cane comporta un impegno quotidiano, lo sai bene; oltre alla nutrizione e alla cura dell’animale, infatti, bisogna occuparsi di tanti aspetti: uno di questi è la pulizia della sua cuccia. Che si trovi all’interno della casa o all’esterno, questo spazio va pulito con regolarità, poiché il tuo fedele amico è un vettore di germi e batteri: trascurare questo aspetto, dunque, significa mettere in pericolo sia la sua salute sia quella dell’intera famiglia. Ma come pulire la cuccia del cane? Ecco alcuni pratici consigli per mantenerla sempre in buone condizioni.

Come pulire la cuccia esterna del cane

Innanzitutto, vediamo come pulire la cuccia esterna del cane, operazione che sarebbe da svolgere, generalmente, con cadenza settimanale. Per prima cosa, ti consigliamo di rimuovere tutti gli oggetti che la casetta del tuo amico a quattro zampe ha accumulato al suo interno: togli quindi i giocattoli e le ciotole, ma anche le eventuali coperte e cuscini, i quali andranno lavati a mano o in lavatrice usando prodotti igienizzanti e detergenti delicati. A questo punto, dopo aver liberato l’interno – e aver gettato anche eventuali escrementi presenti – sei pronto per passare alla prima fase di pulizia: l’aspirazione.

come-pulire-la-cuccia-del-cane

Fase 1: Rimuovere lo sporco con l’aspiratore

Grazie all’aiuto di un aspiratore potrai pulire accuratamente l’interno della cuccia da polvere, peli, residui alimentari e detriti vari. Un prodotto come AR Blue Clean 37 Series 3770 è perfetto per questo scopo: dotato di una capacità di 35 litri, è uno strumento particolarmente potente, capace di assicurare ottime performance anche in condizioni di sporco intenso, come quelle che interessano, solitamente, la cuccia esterna del cane. L’aspiratore, che può essere usato sia con sacchetto sia senza sacchetto, consente anche di rimuovere solidi e liquidi contemporaneamente, permettendoti di pulire ogni angolo con estrema efficacia e velocità.

Fase 2: Lavare e igienizzare la cuccia esterna

Terminato con l’aspiratore, puoi passare alla pulizia di pavimento e pareti utilizzando prodotti che siano adatti al materiale della cuccia e che non provochino irritazioni all’animale; in particolare, abbi cura di non adoperare composti contenenti ammoniaca. Se possiedi un’idropulitrice, ricorda che può essere utilizzata, ad esempio, per detergere le pareti esterne di una cuccia (in plastica o legno), se sono molto sporche: il getto d’acqua ad alta pressione, infatti, permette di rimuovere rapidamente il fango e la sporcizia accumulati. Per un’azione disinfettante e antiodore, inoltre, possono tornare utili sostanze naturali come l’aceto e il bicarbonato.

Saltuariamente (circa 2 o 3 volte all’anno) è però consigliabile intervenire con un’azione disinfettante maggiormente aggressiva – per contrastare efficacemente i microrganismi che possono proliferare – usando prodotti chimici più potenti (la candeggina, ad esempio) ed evitando sempre soluzioni a base di ammoniaca. In particolare, data la natura chimica delle sostanze impiegate, dopo il trattamento suggeriamo di attendere alcuni giorni prima di fare rientrare il cane nella cuccia.

Per rimuovere pulci e zecche dalla casetta del tuo fedele amico, esistono invece prodotti studiati appositamente per contrastare i parassiti; anche in questo caso, siccome potrebbero essere tossici, è sempre consigliabile seguire attentamente le istruzioni d’uso. Cerchi una proposta alternativa? Perché non provi l’olio di neem, un antiparassitario naturale?

Come pulire la cuccia da interno del cane

E se il giaciglio del tuo amico peloso fosse una morbida cuccia da interno? Come comportarsi per pulire accuratamente cuscini, materassini o cuccette imbottite? Ebbene, il primo suggerimento è quello di cercare di mantenere la cuccia in tessuto quotidianamente pulita, adoperando l’aspiratore per eliminare peli, briciole, polvere e resti di cibo. Grazie a questa piccola attenzione giornaliera, infatti, il lettuccio del cane rimarrà pulito più a lungo, non accumulerà in fretta cattivi odori e non diventerà ricettacolo di formiche e insetti. Ovviamente, ciò non basta per garantire un ambiente salubre nel lungo periodo, per cui è necessario procedere regolarmente con un intervento più incisivo. Vediamo con che frequenza svolgere questa operazione e quali sono i principali passaggi da seguire.

come-pulire-la-cuccia-del-cane-aspiratore

Fase 1: Eliminare peli e residui dalla cuccia in tessuto

Una pulizia più meticolosa della cuccia in tessuto richiede il lavaggio con l’acqua, ma quanto spesso eseguire questo trattamento? I tempi andrebbero valutati in base a diversi fattori, ad esempio quanto pelo perde l’animale, quanto tempo trascorre all’aperto, se presenta delle allergie o se i membri della famiglia ne soffrono… Sarà in base a queste considerazioni che deciderai se intervenire settimanalmente oppure con minore o maggiore frequenza. Un piccolo trucco per rinfrescare la cuccia tra un lavaggio e l’altro è cospargerla con del bicarbonato, lasciandolo agire per un po’ di minuti e poi aspirarlo: un veloce e pratico sistema per rimuovere efficacemente gli odori!

Ma come pulire accuratamente la cuccia in tessuto del cane? Per prepararla al lavaggio con l’acqua, l’aspiratore è nuovamente il tuo primissimo alleato: l’aspirazione, infatti, è un passaggio imprescindibile per eliminare tutti i residui e i peli presenti sul tessuto.

Un altro modello particolarmente performante per questo lavoro e, in generale, per tutte le esigenze domestiche, èAR Blue Clean 36 Series 3670, un prodotto molto robusto, grazie al corpo in acciaio inossidabile, e allo stesso tempo pratico e maneggevole. Ti consigliamo di prestare molta cura a questa fase e di sfruttare anche la funzionalità di accessori come la bocchetta per fessure o la spazzola per tappeti e poltrone, perfetti per ottenere il massimo risultato in breve tempo.

Fase 2: Come lavare la cuccia del cane in tessuto

Per quanto riguarda la fase successiva, tieni conto che, in base al modello della cuccia, possono cambiare le modalità di lavaggio; dunque, per capire se puoi lavarla a mano o in lavatrice (e a quali temperature), ti suggeriamo di seguire le istruzioni fornite dal produttore. Alcune indicazioni, in ogni caso, sono sempre valide: come in parte accennato in precedenza, infatti, la cuccia in tessuto, i cuscini e le copertine usate dall’animale andrebbero generalmente lavati con prodotti igienizzanti e detergenti delicati, mentre sono sconsigliati ammorbidenti o detersivi troppo profumati. Un ultimo suggerimento riguarda l’igiene della lavatrice, se la adoperi per la pulizia delle cose del cane: concluso il bucato del tuo amico peloso, infatti, è consigliabile fare un lavaggio a vuoto con della candeggina per garantire una maggiore pulizia della macchina e prepararla ad accogliere la biancheria del resto della famiglia.

Gli aspiratori AR Blue Clean sono utili non solo per pulire la cuccia del cane, ma anche per numerosi altri lavori domestici: scopri tutta la gamma disponibile!

Potrebbero interessarti:

  • AR Blue Clean 37 Series 3770

  • AR Blue Clean 32 Series 3270

  • Twin Flow