Pulizia e dintorni

Come pulire la piscina: i principali passaggi da seguire

15 Maggio

BLOG
Come pulire la piscina: i principali passaggi da seguire

Con l’arrivo della bella stagione cosa c’è di meglio di una nuotata in piscina per rilassarsi e affrontare la calura estiva? Per godere ogni giorno di questo piccolo angolo di relax è però necessario adottare alcune accortezze: la piscina, infatti, necessita di cure quotidiane per mantenersi in buono stato; in caso contrario, rischia di trasformarsi in una verde palude che tutto ha fuorché l’aspetto di un paradiso! Ecco allora alcune indicazioni generali su come pulire la tua piscina, con un elenco delle principali operazioni da svolgere durante l’estate per avere sempre acque limpide a salubri.

Come pulire la piscina: l’importanza del trattamento dell’acqua

Che si tratti di una struttura fuori terra o interrata, per conservare la tua piscina in ottimo stato durante la stagione più calda devi sapere che il primo passo è rappresentato da un adeguato trattamento dell’acqua per evitare la formazione di sporcizia, alghe e batteri. È quindi essenziale, per la nostra salute, adottare le giuste misure per mantenerla pura e cristallina. Il primo step della corretta pulizia della piscina è rappresentato proprio da una regolare analisi dell’acqua; in particolare va verificato, ed eventualmente regolato, il livello di pH, un elemento fondamentale nel trattamento dell’acqua della vasca. Le altre importanti operazioni da svolgere con regolarità sono la disinfezione, che solitamente avviene con trattamenti a base di cloro, e la prevenzione contro l’insorgenza di alghe attraverso l’uso di prodotti specifici.

Ricorda inoltre che i prodotti a base di cloro vanno usati secondo le precise indicazioni del produttore e che i quantitativi da impiegare per garantire un’adeguata sanificazione  della piscina variano in base a diversi fattori, come la quantità di acqua presente nella vasca e il periodo in cui si desidera intervenire con il trattamento. Ti consigliamo quindi di seguire attentamente le istruzioni del prodotto acquistato al fine di farne un corretto e sicuro utilizzo.

pulire la piscina con idropulitrice

Come pulire la piscina fuori terra o interrata

Oltre al trattamento dell’acqua, la piscina va pulita meccanicamente attraverso una serie di operazioni da svolgere con una certa frequenza. Ad esempio, è necessario pulire spesso il bordo per evitare che lo sporco e i detriti finiscano nella vasca. Ti suggeriamo quindi di rimuovere polvere, terriccio e foglie che possono accumularsi soprattutto se ti trovi in una zona alberata e ricca di vegetazione. La superficie è particolarmente sporca? In tal caso potresti utilizzare un’idropulitrice domestica: grazie al getto d’acqua ad alta pressione riuscirai ad eliminare tutta la sporcizia senza alcuna difficoltà!

Ricorda che con questo strumento puoi anche detergere le pareti esterne della vasca. Gli unici modelli su cui ne sconsigliamo l’utilizzo sono le piscine gonfiabili di piccole dimensioni, mentre per tutti gli altri l’importante è mantenersi sempre a un’adeguata distanza dalle superfici della piscina quando si utilizza l’idropulitrice in modo da agire con la massima delicatezza ed efficacia, data la maggiore forza pulente di questo strumento rispetto a un normale tubo dell’acqua.

Vediamo ora i principali passaggi per pulire una piscina interrata o fuori terra.

Come pulire lo sporco in superficie

Ricordiamo che bisogna avere cura di rimuovere anche la sporcizia che si è accumulata sulla superficie e sul fondo della vasca, provocata non solo dal possibile accumulo di foglie, terriccio e insetti, ma anche da sostanze portate dagli stessi bagnanti, come olii e creme solari. Per eliminare i residui galleggianti puoi utilizzare un pratico retino. L’ideale è collegarlo a un’asta telescopica per raggiungere facilmente tutti i punti della piscina. 

Si tratta di un lavoro che andrebbe svolto quotidianamente, in particolare se la vasca si trova in una zona alberata. 

Come pulire il fondo e le pareti della piscina

Per aspirare lo sporco sul fondo della piscina ti consigliamo di dotarti di un apposito aspiratore o di un robot. Questi strumenti di solito non cambiano in base al fatto che la struttura sia interrata o fuori terra ma la scelta dipende, perlopiù, dalle dimensioni della stessa, dai tempi che abbiamo per la pulizia e dal budget che siamo disposti a spendere. 

Ti suggeriamo inoltre di spazzolare regolarmente le pareti con spazzole adatte, concentrandoti sulla linea di galleggiamento che tende ad accumulare depositi e residui. A questo scopo si può adoperare una spazzola con setole abbastanza rigide attaccata a un’asta telescopica.

Oltre a queste operazioni e al trattamento dell’acqua, non dimentichiamo l’importanza di mantenere efficiente il sistema di filtraggio.

Come pulire la piscina a fine stagione

Ci sono diversi passaggi da effettuare prima della chiusura invernale. Questi andrebbero svolti quando la temperatura dell’acqua è almeno sotto i 15°C. Precisiamo che la piscina interrata durante l’inverno non andrebbe svuotata perché la permanenza dell’acqua garantisce stabilità alla struttura. 

Tra i principali step da non dimenticare c’è una pulizia accurata della vasca, il controllo del livello di ph, la “clorazione shock”, un trattamento d’urto a base di cloro utile a tenere sotto controllo la proliferazione batterica e la cura dei filtri. Prima della stagione fredda, inoltre, la struttura andrà coperta con un telo apposito.

Anche per le piscine fuori terra è importante seguire una corretta procedura dopo l’estate. Per quelle rigide, che quindi non possono essere smontate, le operazioni da seguire sono pressoché identiche a quelle di una vasca interrata. 

Se invece possiedi una piscina fuori terra con struttura morbida, dunque smontabile, gli esperti consigliano di smontarla se in inverno le temperature tendono a scendere particolarmente. Per svuotarla, in questo caso, puoi avvalerti di una pratica pompa sommersa, dopodiché dovrai pulirla per bene, rimuovere le varie parti e riporle con attenzione. 

Per quanto riguarda il telo in PVC, una volta pulito e asciutto, lo si può cospargere di talco per evitare che le superfici si attacchino tra loro e che si formi umidità. In seguito, questo andrà piegato e sistemato in un’apposita custodia. Non dimenticare i componenti del sistema di filtrazione che vanno puliti e asciugati.

pompa piscina

Come pulire la piscina dopo l’inverno

Anche prima della riapertura estiva ci sono delle procedure da seguire. Se la vasca è interrata (o fuori terra rigida) dovrai innanzitutto togliere il telo che la ricopre: qualora presentasse degli accumuli d’acqua potrai rimuoverli avvalendoti di una pompa sommersa

Se le operazioni che hanno preceduto la chiusura invernale sono state eseguite correttamente, la struttura dovrebbe essere in buone condizioni e gli step di riapertura risultare piuttosto semplici. Tra i passaggi da non dimenticare ci sono, ad esempio:

  • la verifica che tutti i componenti funzionino;
  • la riattivazione dell’impianto di filtrazione;
  • il controllo dei parametri chimici;
  • la clorazione shock;
  • un eventuale trattamento antialghe.

Invece, se la piscina si presenta particolarmente sporca, può essere necessario svuotarla e disincrostarla per bene. Puoi usare l’idropulitrice per pulire efficacemente il pavimento e le pareti interne: questo sistema, tuttavia, può essere utilizzato sulle piscine in calcestruzzo, mentre è sconsigliato su materiali più delicati come vinile e vetroresina in quanto potrebbero danneggiarsi. 

Inoltre, se c’è un ampio patio attorno, puoi sfruttare la macchina per lavare con cura anche questa pavimentazione. L’idropulitrice, ideale per la cura del giardino, si presta infatti perfettamente per la pulizia delle pavimentazioni esterne che, grazie a un comodo accessorio come il Mini Patio, riuscirai a fare risplendere in un batter d’occhio!

come pulire la piscina con patio

Pompa sommersa per piscina

Come abbiamo visto, uno strumento particolarmente utile è la pompa sommersa. Può infatti servire per lo svuotamento della piscina, nel caso servisse, ma anche per lo svuotamento del telo di copertura sul quale, nel corso dell’autunno-inverno, tende ad accumularsi l’acqua piovana.

Se ti serve uno strumento simile puoi affidarti alle pompe sommerse AR Blue Clean: un modello come ARUP Series 250PC, in particolare, è specificatamente progettato per le acque pulite come quelle di una piscina. Il design compatto e il materiale solido e robusto la rendono pratica ed efficiente, inoltre puoi utilizzarla anche per rimuovere acqua pulita in caso di pavimenti allagati

Disporre degli strumenti giusti è importante perché la cura della vasca richiede impegno e costanza, ma con le attrezzature adeguate risulta tutto più semplice. In ogni caso, se hai particolari dubbi sulla manutenzione, ti suggeriamo di chiedere consiglio al rivenditore della tua piscina, che saprà certamente fornirti tutte le indicazioni necessarie. 

pompa piscina

Sei pronto per divertirti e rilassarti con una bella nuotata? Prima di dare il via all’estate, perché non dai un’occhiata al nostro articolo sulle pulizie di primavera? Per godersi al massimo la vita all’aperto, infatti, è necessario rimettere a nuovo anche gli spazi esterni ingrigiti dalle intemperie invernali: vedrai, con i nostri pratici consigli questo lavoro sarà più semplice che mai!