Sconti fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 17 al 23 maggio.

Pulizia e dintorni

Pipì di cane: come pulirla e rimuovere gli odori?

1 Ottobre 2021

BLOG
Pipì di cane: come pulirla e rimuovere gli odori?

Soprattutto quando si ha un cucciolo, oppure un cane anziano o con problemi di salute, può accadere che l’animale faccia pipì dove non deve, ad esempio sul pavimento, sul divano o sul tappeto. È un inconveniente che i proprietari di un cane si sono sicuramente trovati a gestire, almeno una volta, e che può essere piuttosto antipatico se non affrontato tempestivamente. Se la macchia persiste a lungo e non viene trattata con i prodotti giusti, infatti, può danneggiare la superficie e lasciare cattivi odori. Vediamo allora come pulire l’urina del cane, quali soluzioni adottare per eliminarne l’odore e come fare in caso di prato bruciato dalla pipì del nostro amico peloso.

Pulire la pipì del cane: quando il tempismo è l’arma più preziosa

Purtroppo non è sempre possibile intervenire in maniera immediata quando il cane fa la pipì nel posto “sbagliato”. Magari quando siamo fuori casa ce ne accorgiamo solo al rientro.

Malgrado questo, però, le tempistiche sono fondamentali: agire subito, in molti casi, evita che la macchia rovini irrimediabilmente la superficie e permette di eliminare più facilmente l’odore di urina. Quest’ultimo punto è importante anche per l’educazione del cane: il persistere dell’odore di pipì, infatti, porterà l’animale a tornare a farla nello stesso punto. Per lo stesso motivo bisogna ricordare di non usare l’ammoniaca (o prodotti che la contengono) in quanto questa sostanza ha un odore simile a quello dell’urina.

Appurata l’importanza di essere quanto più tempestivi possibili e di evitare soluzioni errate, vediamo quali sono i prodotti più accurati per la pulizia. In molti casi, soprattutto a fronte di macchie vecchie, è necessario usare dei detergenti contenenti enzimi che sono in grado di dissolvere i cristalli di acido urico, eliminando quindi gli odori sgradevoli. È possibile provare anche delle soluzioni “casalinghe”, le quali sono utili soprattutto se la pipì è appena fatta. Scopriamo come agire correttamente a seconda della superficie.

Come pulire la pipì del cane dal pavimento in piastrelle

Partiamo dalla situazione più semplice, ossia quando dobbiamo pulire la pipì del cane da una superficie facilmente lavabile come il pavimento in piastrelle. In questo caso ti suggeriamo di:

  1. assorbire il liquido con un panno asciutto o della carta assorbente;
  2. lavare l’area interessata usando un panno bagnato con acqua tiepida e un detergente adatto al materiale;
  3. passare sul pavimento della carta da cucina imbevuta di acqua e aceto bianco per neutralizzare gli odori.

Quando il cane fa pipì sul divano o il tappeto: come fare

Se a essere “battezzati” sono divani e tappeti la sfida diventa più difficile ma non impossibile. Quando la macchia di urina è fresca, la prima mossa consiste nell’indossare dei guanti e tamponare la superficie con panni di cotone e carta da cucina per cercare di assorbire quanto più liquido possibile. Nel momento in cui noti che questi non si bagnano più, puoi procedere con la pulizia vera e propria, dunque:

  1. passare sul tessuto un panno imbevuto di acqua tiepida e di detergente idoneo (prima di trattare la macchia prova la soluzione in un punto nascosto per accertarti che non danneggi il materiale);
  2. cospargi l’area con del bicarbonato di sodio o dell’amido di mais e lascia agire per diverse ore, per poi rimuovere con un aspirapolvere dotato di bocchetta per tessuti;
  3. se noti ancora delle tracce, puoi pulire usando acqua e aceto (sempre dopo aver testato il prodotto in una zona nascosta).

Se a essersi sporcato è il tappeto ti suggeriamo di toglierlo dal pavimento prima di effettuare la pulizia, e di riporlo dove l’urina non possa penetrare, ad esempio su un telo in plastica. Qualora invece la pipì fosse già passata attraverso il tessuto dovrai detergere con cura anche la superficie sottostante, dunque il pavimento. A proposito, conosci tutte le tecniche e gli accorgimenti per lavare i tappeti di casa?

Per aspirare il bicarbonato o l’amido di mais, invece, puoi utilizzare un comodo aspiratore multiuso come i bidoni aspiratutto AR Blue Clean, perfetti anche per rimettere a nuovo la cuccia del cane. Si tratta di strumenti molto preziosi per la cura della casa: oltre all’igiene ordinaria, infatti, permettono di affrontare anche situazioni “straordinarie” come pulire i pavimenti dopo una ristrutturazione o asciugare un pavimento allagato.

Come rimuovere l’urina del cane dal parquet

Nel caso in cui il cane abbia fatto la pipì sul parquet il tempismo fa davvero la differenza. Se non si agisce prontamente, infatti, il legno può assorbire velocemente la pipì del cane, macchiarsi e rovinarsi in modo irreparabile.

L’ideale, quindi, è asciugare subito con della carta assorbente per evitare che il liquido penetri nel parquet, e poi passare un panno imbevuto di aceto molto diluito con acqua. Prima di procedere, però, ti consigliamo di provare questa soluzione in un angolo poco visibile del pavimento per assicurarti che non lo danneggi. Se la macchia si è ormai asciugata e ha lasciato un brutto alone, invece, è meglio chiedere consiglio a degli esperti per trovare la soluzione più adeguata.

Cerchi altre indicazioni per la cura di questo tipo di pavimento? Puoi leggere i nostri suggerimenti sulla pulizia del parquet!

Come eliminare l’odore della pipì di cane in caso di macchie vecchie

Come abbiamo visto, se agiamo rapidamente e con i prodotti giusti, l’odore di urina dovrebbe sparire piuttosto facilmente. La situazione tende a essere più complicata, invece, se abbiamo a che fare con un alone vecchio. Vediamo come fare in questi casi.

Quando la macchia di urina interessa i tessuti di divani, poltrone e tappeti, la soluzione consigliabile per eliminarne l’odore è usare i detergenti enzimatici. Utilizzali sempre seguendo le istruzioni del produttore e accertandoti preventivamente che non scoloriscano la superficie. Se la macchia non viene rimossa perfettamente, si può valutare di lavare il tessuto o di portarlo in tintoria.

La chiazza si trova su un pavimento in legno o in cotto oppure su mobili e sedie? Per eliminare l’odore sgradevole puoi provare una soluzione casalinga, con una miscela composta per metà da acqua e da aceto (sempre con l’accortezza di provare prima in un punto nascosto), passandola sulla superficie e facendo agire per circa un’ora. Successivamente dovrai risciacquare l’area con un panno inumidito d’acqua, spargere del bicarbonato di sodio, lasciandolo in posa alcune ore, e poi aspirarlo.

Il prato è “bruciato” dalla pipì del cane: come risistemarlo

L’abitazione non è l’unico posto in cui il nostro amico a quattro zampe potrebbe lasciarci i suoi “omaggi”. Un altro luogo che può facilmente attrarlo, infatti, è il prato fuori casa. Così facendo, però, nelle aree in cui il cane solitamente fa pipì si formeranno delle chiazze gialle o marroni, dovute al fatto che l’erba si secca. Quando l’animale fa pipì sempre nello stesso punto, infatti, un’elevata concentrazione di urina colpisce quella zona di prato, finendo col disidratarla.

Se ci si accorge che il cane ha urinato sul prato, quindi, bisogna subito innaffiare l’area con abbondante acqua per diluire l’urina (si consigliano almeno 20 litri al metro quadrato). Per sistemare le aree ormai morte e ingiallite, invece, è necessario togliere i fili d’erba e le radici che si sono seccate, bagnare la zona con molta acqua e distribuire nuovi semi.

Al prato vero preferisci soluzioni differenti? Puoi scoprire i nostri consigli su come pulire l’erba sintetica.

Avere un cane rappresenta sicuramente un impegno in più dal punto di vista delle pulizie. Ma basta conoscere le tecniche giuste e disporre degli strumenti idonei per godere della compagnia dei nostri pet senza rinunciare all’igiene domestica. A questo proposito, perché non dai un’occhiata a come pulire la casa in presenza di animali?