Sconti fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 17 al 23 maggio.

Pulizia e dintorni

Come togliere le macchie di sangue da tappeti e tessuti

22 Ottobre 2021

BLOG
Come togliere le macchie di sangue da tappeti e tessuti

Forse è capitato anche a te di accorgerti di una macchia di sangue su una maglietta o un materasso e di metterti le mani nei capelli senza sapere da che parte cominciare per toglierla. Quelle di sangue, infatti, sono tra le macchie più odiate e temute in assoluto proprio perché eliminarle non è sempre facile, perlomeno se non si interviene subito e con le tecniche giuste (pensa solo che basta usare la temperatura dell’acqua sbagliata per combinare un disastro!).

Tuttavia, difficile non vuol dire impossibile: se agiamo quando il sangue non si è ancora seccato e usiamo i metodi corretti, dovremmo riuscire a risolvere il problema in modo efficace. Scopriamo insieme, allora, come togliere le macchie di sangue dai tessuti, sia che si tratti di vestiti, materassi, tappeti o tappezzeria.

Come togliere le macchie di sangue: cosa fare e non fare

Sappiamo che non è sempre fattibile, ma una cosa da non fare assolutamente è aspettare che la macchia di sangue si rapprenda. Nel caso in cui si attenda troppo, infatti, sarà molto più complicato (e a volte impossibile) eliminarla totalmente. Ma questo vale per gran parte delle macchie: agire subito è spesso l’arma più potente.

Un altro errore da non commettere è usare l’acqua calda. Per eliminare il sangue, infatti, bisogna utilizzare solo l’acqua fredda, perché l’acqua tiepida o calda tende a fissare l’alone.

A volte, come vedremo, se il sangue è fresco l’acqua può essere sufficiente per ripristinare il tessuto, ma in molti altri casi dovremo adoperare dei prodotti, sia naturali che non. In questo caso leggi sempre l’etichetta del tessuto prima di impiegare qualsiasi soluzione e verifica in un angolo nascosto la tenuta del materiale: l’ultima cosa che vogliamo, d’altronde, è peggiorare la situazione scolorendolo o danneggiandolo. Per non rovinare le fibre, inoltre, ricorda di tamponare senza sfregare.

Come togliere le macchie di sangue dai vestiti

La tua camicia o maglia preferita si è macchiata di sangue? Non temere, se hai modo di porre rimedio subito, prima che il sangue si asciughi, puoi procedere così:

  1. Sciacqua la macchia sotto l’acqua fredda, ponendo il tessuto con la macchia rivolta verso il basso perché questo ne agevola la rimozione.
  2. Versa sulla macchia un po’ di detersivo per i piatti e lavorala delicatamente usando un panno umido.
  3. Risciacqua e ripeti l’operazione se l’alone è ancora evidente.
  4. Se la macchia non è ancora sparita del tutto, puoi passare a un ciclo di lavaggio a freddo in lavatrice.
  5. Qualora tu non abbia la certezza che l’alone sia totalmente sparito, non usare l’asciugatrice e stendi il capo all’ombra per evitare che il calore lo fissi ulteriormente.

Se la macchia si è seccata dovremo tentare con delle strategie un po’ più “aggressive”, accertandoci che il capo sia in grado di tollerare determinati prodotti. Potremmo quindi immergerlo in una bacinella con dell’acqua fredda e un detergente per i panni o uno smacchiatore, poi pretrattarlo e lavarlo con una candeggina adatta al tessuto. Infine, se tutto questo non ha funzionato, miscelare circa 1 litro d’acqua con 1 cucchiaino di detergente per bucato e 1 cucchiaio di ammoniaca e lasciare l’indumento a bagno (la tempistica varia in base alla difficoltà di rimozione della macchia), quindi lavarlo.

In ogni caso, ricorda che materiali delicati come seta, lana e i capi che tendono a scolorire possono non essere indicati per questi metodi.

Macchie di sangue sul materasso: come eliminarle?

Quando a macchiarsi è il materasso la situazione diventa un po’ più complicata perché non possiamo di certo metterlo in lavatrice o lavarlo sotto l’acqua corrente. Eliminare una macchia di sangue dal materasso è comunque possibile e i metodi sono diversi. Uno dei più efficaci prevede l’utilizzo dell’acqua ossigenata in piccole quantità. Puoi fare così:

  1. Crea una miscela composta da 3 cucchiai di acqua fredda e 1 cucchiaio di acqua ossigenata.
  2. Tampona la macchia con questa soluzione usando un panno.
  3. Se l’alone non è scomparso completamente, versaci sopra del talco, attendi che si asciughi, quindi strofinalo via usando una spazzola.
  4. Prima di riutilizzare il materasso, assicurati che l’area trattata sia completamente asciutta.

Un’altra opzione consiste nell’impiego del bicarbonato, fedelissimo alleato nella cura della casa (è utile, ad esempio, per eliminare gli odori dalla pattumiera, per pulire la cuccia del cane, ma anche per igienizzare il materasso). Per togliere le macchie di sangue dal materasso basta comporre una miscela usando 1 parte di bicarbonato e 2 parti di acqua fredda e distribuirla sull’alone, lasciando agire per diversi minuti (anche per mezz’ora o più se serve). Trascorso il tempo necessario, rimuovi il composto senza sfregare eccessivamente.

Una soluzione simile è l’amido di mais, adatto soprattutto per le macchie fresche. Puoi mescolarlo con dell’acqua creando un composto, distribuirlo sulla macchia, lasciarlo in posa, quindi eliminarlo dalla superficie e risciacquare con un panno umido.

Come togliere le macchie di sangue dalle lenzuola

Anche nel caso di macchie di sangue sulle lenzuola bisogna pretrattare prima del lavaggio in lavatrice. Se il sangue è fresco puoi provare a immergerle in acqua fredda, poi versare sull’alone del detersivo per bucato e lavorarlo delicatamente.

Se le lenzuola sono bianche, invece, puoi provare con l’acqua ossigenata. Questo rimedio, infatti, non è adatto per quelle colorate, in quanto possono scolorirsi, e nemmeno per tessuti come seta e raso, mentre va bene per il cotone. Basta versarne alcune gocce sulla macchia, lasciare agire per circa 15 minuti, quindi coprire l’alone con della carta assorbente e tamponare per permetterle di assorbire l’acqua ossigenata.

Successivamente, dopo aver pretrattato, puoi lavare le lenzuola in lavatrice. Così come per gli abiti, ti consigliamo di evitare l’asciugatrice e di stenderle lontano dai raggi diretti del sole.

Togliere le macchie di sangue dal tappeto

Anche in questo caso, se la macchia di sangue sul tessuto è fresca, puoi semplicemente usare dell’acqua fredda attraverso questi passaggi:

  1. Spruzza dell’acqua sulla zona del tappeto da trattare utilizzando uno spruzzino.
  2. Tampona l’area con un panno in microfibra per assorbire l’acqua in eccesso e, con essa, la macchia di sangue.
  3. Ripeti questi due passaggi finché l’alone non è sparito e fai asciugare il tappeto.

In alternativa, soprattutto se la macchia appare più difficile, è possibile adoperare del detersivo creando una soluzione composta da acqua e detersivo per i piatti e lavorandola sulla macchia usando un panno (o uno spazzolino). Dopodiché, si rimuove il prodotto tamponando con un altro panno umido.

Se anche questo sistema non ha funzionato, puoi tentare con un rimedio più potente che prevede l’impiego dell’ammoniaca. Prima di utilizzarla, però, ti suggeriamo di testarla in un angolo nascosto (oltre a leggere l’etichetta del tappeto) per capire se il tessuto è adatto.

Fatte queste verifiche puoi:

  1. Realizzare una miscela di acqua e ammoniaca.
  2. Applicarla sulla macchia con un panno o una spugna.
  3. Lasciarla agire per circa 5 minuti.
  4. Tamponare la macchia con un panno pulito (non sfregare).
  5. Sciacquare tamponando con un panno imbevuto di acqua fredda.
  6. Asciugare usando un asciugamano.

Sangue sulla tappezzeria: come toglierlo?

Per togliere le macchie di sangue dai tessuti della tappezzeria, ad esempio da una poltrona o un divano, puoi seguire questi step:

  1. Assorbi la macchia il più possibile con un panno, in modo che non possa penetrare in profondità.
  2. Crea una miscela di acqua fredda e detergente per i piatti composta da 1 cucchiaio di detersivo liquido e 2 tazze di acqua (verifica sempre che il prodotto sia adatto alle fibre del tessuto da trattare) e usala per tamponare la superficie con un panno, senza sfregare.
  3. Quando vedi che la macchia è sparita, prendi un panno pulito e sciacqua con acqua fredda, sempre tamponando.
  4. Asciuga utilizzando un panno asciutto.

In generale cerca sempre di non usare troppa acqua, altrimenti rischieresti di bagnare eccessivamente il tessuto e di rovinarlo, ad esempio causando la formazione di muffa. Un’opzione alternativa a quella illustrata è l’acqua ossigenata (rimedio utile anche per sbiancare la plastica ingiallita). Quest’ultima è adatta, però, ai tessuti che non rischiano di scolorire.

Come togliere il sangue secco dai tessuti

Se la macchia di sangue è molto ostinata, c’è anche un altro rimedio che potresti utilizzare e cioè i detergenti a base di enzimi, in quanto sono in grado di scomporla. Come sempre verifica che siano adatti alla superficie da trattare: spesso, infatti, questo genere di prodotto non è idoneo per stoffe più delicate come la seta e la lana, ad esempio.

Se invece la macchia è molto estesa o difficile da togliere, l’ideale è rivolgersi direttamente a dei professionisti per rimuoverla in modo efficace.

Aspiratori multiuso: gli strumenti indispensabili per l’igiene dei tessuti

Il trattamento delle macchie di sangue dai tessuti è chiaramente un’operazione di pulizia straordinaria. Se non siamo abituati a prenderci cura regolarmente di tappeti, tende, materassi e divani, però, potremmo non accorgerci di macchie come queste. Se sono di piccole dimensioni, in particolare, finiranno per passare inosservate, seccarsi e diventare difficilissime da eliminare.

La parola d’ordine, quindi, è occuparsi con costanza della pulizia di queste superfici per mantenerle belle più a lungo e per assicurarsi che siano sempre igienizzate a dovere.

Prima di tutto, quindi, dovremo aspirarle con regolarità e un aspiratore multiuso come AR Blue Clean 36 Series 3670 è lo strumento ideale: attraverso la bocchetta per tessuti di cui è dotato, infatti, ti aiuterà a rimettere a nuovo i tappeti e a sbarazzarti facilmente dello sporco da materassi e divani.

Grazie alle loro peculiarità, inoltre, i bidoni aspiratutto sono in grado di eliminare non solo la polvere, ma anche residui più grossolani come trucioli di legno, sassolini, residui di cibo. Per questo sono perfetti anche per operazioni più impegnative come l’igiene di garage e cantine o la pulizia del pavimento dopo una ristrutturazione. Inoltre, possono aspirare i liquidi, altra applicazione preclusa a un normale aspirapolvere.

Scopri tutti gli aspiratori multiuso AR Blue Clean e trova quello che fa al caso tuo!