Sconti fino al 15% su idropulitrici Black Edition, accessori e detergenti. Promo valida dal 17 al 23 maggio.

Pulizia e dintorni

Come dare la cera ai pavimenti: la guida completa

8 Ottobre 2021

BLOG
Come dare la cera ai pavimenti: la guida completa

Dare la cera ai pavimenti è un’operazione necessaria se in casa, in negozio oppure in ufficio si ha a che fare con determinati tipi di superficie. La cera, infatti, contribuisce a mantenere i materiali in buone condizioni e dona un effetto lucido che li rende esteticamente belli e curati.

Talvolta, però, possono sorgere dei dubbi su come usarla, sulle tecniche da adottare e sulla frequenza con cui adoperarla a seconda del tipo di pavimentazione. Cerchiamo allora di sviscerare questi dubbi attraverso questa guida dedicata all’uso della cera per i pavimenti.

Perché dare la cera ai pavimenti

La cera può essere usata per la manutenzione di diverse tipologie di superficie, tra cui il parquet e il cotto, ad esempio. È utile perché, in primo luogo, conferisce lucentezza al pavimento e ne migliora l’aspetto. Pensiamo a un ufficio o a un luogo di lavoro con il pavimento a specchio: indubbiamente dà un’immagine di pulizia, cura e ordine a tutto l’ambiente. Inoltre, la cera ha una funzione protettiva.

Non tutte le pavimentazioni, però, sono adatte al suo utilizzo. Prima di procedere, quindi, assicurati di poterla usare e informati anche sul tipo di cera più indicata per il materiale che possiedi, scegliendo sempre un prodotto di qualità.

Per questo tipo di operazione, ambienti commerciali e di lavoro potrebbero richiedere l’intervento di professionisti che, per le attività di manutenzione, utilizzano strumenti specifici come, ad esempio, la monospazzola lavapavimenti.

Scopriamo ora le principali accortezze da adottare quando si dà la cera e alcuni suggerimenti specifici per i pavimenti in parquet, in cotto e in marmo.

Come dare la cera ai pavimenti: indicazioni generali

Prima di vedere alcuni suggerimenti mirati alle varie tipologie di superficie, ecco delle indicazioni generali per capire come passare la cera sui pavimenti in modo corretto.

In generale, si dovrebbe partire sempre con una pulizia accurata della superficie, passaggio fondamentale per procedere con una buona inceratura.

Bisogna quindi spazzare o usare l’aspirapolvere, e poi lavare il pavimento con prodotti idonei al tipo di pavimentazione. Come vedremo, in certi casi, è necessario anche rimuovere il vecchio strato di cera impiegando un decerante specifico.

Una volta che il pavimento è pulito si può distribuire la cera utilizzando un panno pulito e rispettando scrupolosamente le istruzioni presenti nella confezione. Generalmente, è consigliabile dare la cera seguendo un’unica direzione, passandola in modo omogeneo. In certi casi può essere necessario completare il lavoro con uno strumento come la lucidatrice, oppure terminare lucidando per bene la superficie con un vecchio maglione di lana. La frequenza con cui usare il prodotto, come vedremo fra poco, può cambiare in base al tipo di pavimento e all’usura.

Come dare la cera sul parquet

Partiamo dal presupposto che il parquet può avere diverse finiture e che questo incide sul suo trattamento. L’utilizzo della cera è un’operazione di manutenzione straordinaria – quindi da svolgere periodicamente (circa una volta al mese) e non ogni volta che si pulisce il pavimento – che riguarda principalmente il parquet cerato. Il parquet oliato, infatti, di solito viene trattato con degli oli specifici, e quello verniciato non richiede la cera.

In genere si consiglia una cera naturale e liquida (ne esistono anche in pasta), e di utilizzarla senza eccedere nelle quantità. Prima di distribuirla, il pavimento dovrà essere stato pulito con tanto di rimozione del precedente strato di cera. Per stenderla puoi avvalerti di un panno in microfibra e, successivamente, passare la lucidatrice o un panno di cotone.

Vuoi sapere di più sulla cura del legno? Puoi leggere il nostro articolo dedicato alla pulizia del parquet!

Passare la cera sul cotto

Anche per la manutenzione periodica del cotto, solitamente, è suggerito l’impiego della cera. L’operazione è indicata per circa due volte all’anno, mentre durante il primo anno di vita del pavimento la cera deve essere data un po’ più spesso.

Dopo aver pulito accuratamente la superficie e aspettato che la stessa si asciughi, è possibile procedere con un decerante specifico per il cotto, utile a eliminare il vecchio strato di prodotto. Successivamente, si può passare un nuovo strato di cera adatta a questo materiale.

Il pavimento in cotto è spesso utilizzato anche negli ambienti esterni: scopri come lavare i pavimenti esterni per averli sempre igienizzati!

Usare la cera sul pavimento di marmo

Anche per quanto riguarda il marmo è necessario partire con una pulizia approfondita della superficie con prodotti adatti. Il marmo, come abbiamo visto parlando della cura dei pavimenti esterni porosi, essendo una pietra naturale va deterso con prodotti idonei, evitando sostanze come aceto, limone e anticalcare.

In seguito alla pulizia, dopo aver versato la cera in un secchio d’acqua, la distribuiremo sul pavimento asciutto utilizzando un panno in spugna pulito, passandola seguendo un’unica direzione senza ripetersi dov’è già stato distribuito il prodotto. Successivamente useremo la lucidatrice o un panno di lana per lucidare il tutto. Il trattamento con la cera andrebbe eseguito ogni 3 o 4 mesi circa.

Anche nel caso del marmo ricorda che è necessario decerare, in genere a distanza di qualche anno, per rimuovere i vecchi strati di cera. Se il pavimento è particolarmente opaco e in cattive condizioni, può essere opportuno affidarsi a dei professionisti per rimetterlo a nuovo.

Bidoni aspiratutto: alleati perfetti per pulire i pavimenti prima dell’inceratura

In merito alla pulizia ordinaria dei pavimenti, prima dell’utilizzo della cera, puoi adoperare gli aspiratori multiuso AR Blue Clean. Oltre a essere perfetti per la cura di tutte le superfici della casa (compresi tappeti e divani, grazie alla bocchetta per tessuti) sono l’ideale per affrontare sfide più complesse. I bidoni aspiratutto, infatti, possono rimuovere anche lo sporco grossolano come sassolini, detriti, residui di cibo, trucioli di legno, ed eliminare contemporaneamente lo sporco solido e liquido.

Perché non scopri come possono aiutarti a pulire il garage o a sistemare i pavimenti dopo una ristrutturazione?