Pulizia e dintorni

5 banali errori da non fare quando pulisci casa

7 Gennaio

BLOG
5 banali errori da non fare quando pulisci casa

Ammettiamolo, pulire casa non è propriamente una “gioia”. Nostro malgrado, però, è un’incombenza a cui dobbiamo far fronte, per cui tanto vale fare le cose nel modo giusto per evitare di perdere tempo e ritrovarsi con l’abitazione più sporca di prima. Talvolta, infatti, a causa della fretta, oppure perché non diamo abbastanza importanza a certi accorgimenti, senza nemmeno rendercene conto facciamo dei piccoli e banali errori che compromettono la buona riuscita delle pulizie. Curioso di sapere di cosa si tratta e se li commetti anche tu? Scopri 5 “pecche” da evitare nel fare le faccende domestiche!

1 – Usare lo stesso panno ovunque

Questo non è un errore di poco conto, perché utilizzare lo stesso panno per pulire diversi ambienti della casa equivale a trasferire batteri e sporcizia da una superficie all’altra. Evita, quindi, di adoperare il medesimo strofinaccio per più ambienti e usane uno diverso per ogni area della casa, magari servendoti di colori differenti per distinguerli con facilità. A questo proposito, hai mai sentito parlare del codice colore? Si tratta di un sistema di pulizia adottato in ambito professionale, che prevede la suddivisione per colore dei panni e degli attrezzi in base agli ambienti a cui sono destinati, in modo da ridurre la contaminazione batterica: perché non prendere spunto da questo trucco per gestire la cura della casa? Ecco come viene impiegato il codice colore dai professionisti del pulito:

  • Il blu è per la pulizia di superfici generiche come mobili, vetri, specchi, ecc.
  • Il verde si usa in ambito alimentare e ospedaliero.
  • Il giallo è destinato alla detersione di lavabi, sanitari e piastrelle di rivestimento dei bagni.
  • Il rosso è riservato a toilette e orinatoi.
pulire-superfici-domestiche

2 – Non leggere le istruzioni dei prodotti detergenti

Ed eccoci al secondo errore da non fare quando si pulisce casa: non leggere le istruzioni dei prodotti di pulizia. Sappiamo bene che possa sembrare una perdita di tempo, soprattutto se hai solo pochi minuti da dedicare alle faccende domestiche durante la giornata ma, per quanto sia comprensibile la fretta, vale la pena spendere un minuto in più informandosi meglio sull’uso corretto di ciò che stiamo per impiegare. Dare un’occhiata ai suggerimenti della casa produttrice, infatti, ti eviterà di pulire una superficie con detergenti sbagliati, di applicare troppo prodotto o di adoperarlo in maniera errata.

Per non rovinare mobili e pavimenti, accertati sempre di trattarli con gli strumenti adatti, e ricorda che esistono materiali che richiedono più attenzione di altri, come ad esempio il parquet, a cui abbiamo dedicato un approfondimento. Dubbi e incertezze potrebbero sorgere anche in caso di pareti in pietra naturale o ricostruita: se non sai come detergerle, trovi alcuni suggerimenti in un precedente articolo. Possiedi un’idropulitrice AR Blue Clean per la cura degli spazi esterni? In tal caso, puoi affidarti alla nostra selezione di detergenti specifici: dal decking ai vetri esterni, dalla cura dell’auto a quella della bicicletta, troverai sicuramente ciò che fa per te!

3 – Non pulire mai gli strumenti di pulizia

Da settimane usi lo stesso panno per spolverare casa senza mai lavarlo? Le setole della scopa sono talmente piene di capelli e sporcizia che, finito di spazzare, trovi i pavimenti più sporchi di prima? Se è così, probabilmente, c’è qualcosa da rivedere nella gestione degli strumenti per le pulizie… Eh sì, perché anche panni, scope e stracci hanno bisogno di cure dopo ore trascorse a raccogliere germi e polvere, altrimenti non facciamo altro che risporcare la casa, anziché igienizzarla… e non è certo quello che vogliamo, giusto? Ecco alcuni consigli:

  • Prima di riporre la scopa, rimuovi i residui che si sono accumulati tra le setole, senza dimenticare di detergerle ogni tanto (puoi usare semplicemente del sapone e dell’acqua calda).
  • Panni e stracci andrebbero lavati dopo l’utilizzo e le spugne dovrebbero essere sciacquate con attenzione prima di essere riposte (ricordando di disinfettarle e sostituirle regolarmente).
  • Oltre a cambiare il sacchetto o svuotare il contenitore quando sono pieni, periodicamente è consigliabile pulire l’aspirapolvere e il suo filtro. Per quanto riguarda gli aspiratori multiuso AR Blue Clean, puoi eliminare lo sporco accumulato sul filtro cartuccia usando l’acqua corrente (in questo caso, abbi cura di farlo asciugare bene prima di rimontarlo).

4 – Iniziare a pulire le stanze dal pavimento

Scommettiamo che, se non sei un “neofita” delle faccende domestiche, questo suggerimento lo salterai a piè pari, ma può essere sempre utile ribadirlo: un errore da non fare quando si pulisce una stanza è iniziare dal pavimento. L’ideale, infatti, è partire dall’alto e poi concludere aspirando e lavando i pavimenti: se facessimo il contrario, le briciole e la polvere che solleviamo mentre spolveriamo finirebbero col cadere per terra, sporcando nuovamente ciò che abbiamo appena pulito… e nessuno di noi ha voglia di fare un doppio lavoro inutile, vero?

errori-pulizie-domestiche

Dato che ci sei, perché non dai un’occhiata alle fughe tra le piastrelle? A volte tendiamo a trascurarle, ma con alcuni pratici rimedi “fai da te” possiamo rimetterle a nuovo in pochissimi passi. Un altro elemento della casa che puntualmente finiamo col dimenticare, poi, sono maniglie. Porte, frigo, microonde, forno… quante sono le maniglie che tocchiamo continuamente ogni giorno? Ebbene, non ti scordare di loro durante le faccende: entrando così spesso in contatto con le nostre mani (e con quelle di tutti i membri della famiglia), queste dovrebbero essere deterse e lucidate di frequente.

5 – Pulire i vetri delle finestre con il sole

Potrebbe sembrare un controsenso, in apparenza, eppure lavare le finestre con la luce che batte diretta sul vetro è un’altra svista da evitare. Perché è sbagliato? La ragione è semplice: il calore tenderebbe a far asciugare più velocemente l’acqua e il detergente, lasciando dei fastidiosissimi aloni. Meglio scegliere una giornata nuvolosa, quindi, oppure un momento in cui i raggi non picchiano direttamente sul vetro. Se cerchi altri suggerimenti, sul nostro AR Blue Cleaner’s blog trovi proprio un articolo sulla cura dei vetri interni ed esterni.

E se ti dicessimo che, a quelli appena elencati, si potrebbe aggiungere un sesto errore? Tranquillo, questa volta non si tratta di cosa fare o non fare durante le pulizie, ma di coinvolgere qualcuno che, talvolta, tendiamo ad escludere dai lavori di casa… i bambini! I più piccoli,infatti, possono esserci di grande aiuto nelle faccende domestiche, in più assegnar loro questi compiti li aiuta nella crescita: scopri come invogliarli a partecipare!