Pulizia e dintorni

Come sabbiare con l’idropulitrice e dire addio a incrostazioni, ruggine e graffiti

11 Settembre

BLOG
Come sabbiare con l’idropulitrice e dire addio a incrostazioni, ruggine e graffiti

Abbiamo già visto quanto può essere utile l’idropulitrice in tanti lavori domestici, dalla pulizia del giardino a quella delle vetrate esterne, passando per il lavaggio dell’automobile o della bicicletta. Vi abbiamo inoltre mostrato alcuni utilizzi “particolari”, ad esempio la possibilità di sfruttare la potenza di questa macchina – unita agli appositi accessori – per sturare i tubi di scarico intasati. Ma non è finita qui: oggi, infatti, vogliamo parlarvi di un’altra applicazione, probabilmente meno conosciuta, ma molto interessante, che è possibile effettuare grazie all’aiuto di questo strumento, ovvero sabbiare con l’idropulitrice. Ma che cos’è la sabbiatura e a cosa serve di preciso? Vediamolo insieme!

Sabbiatura: che cos’è e a cosa serve

Prima di scoprire come sabbiare con l’idropulitrice, cerchiamo di capire meglio in cosa consiste questa procedura che, per alcuni, potrebbe apparire alquanto “misteriosa”.

La sabbiatura è un procedimento meccanico di pulizia che consente di rimuovere efficacemente dalle superfici incrostazioni, sporco ostinato, vernice e ruggine, soprattutto al fine di preparale a trattamenti successivi, per esempio la verniciatura.

La tecnica è utilizzata in diversi ambiti, come quello edile, per lavorare materiali come metalli, legno, pietre e marmo, ad esempio; nello specifico, consiste nell’erodere la parte più superficiale dell’elemento da trattare colpendola con dell’abrasivo (generalmente sabbia silicea o graniglia metallica), la cui granulometria può variare in base alla tipologia di superficie e al risultato da ottenere.

sabbiare-con-idropulitrice-come-fare

Per avere un quadro più chiaro del funzionamento della sabbiatura e comprendere perché l’idropulitrice può esserci utile, vediamo quali sono le tecniche di sabbiatura usate nei contesti professionali:

  • Sabbiatura a secco: questo sistema prevede l’impiego di materiale abrasivo unito all’aria compressa che, sostanzialmente, ha la funzione di trasportare, ad alta velocità, la sostanza abrasiva sulla superficie da trattare.
  • Idrosabbiatura: in tal caso, al posto dell’aria, viene impiegato un getto d’acqua in pressione per trasportare il materiale abrasivo, metodo che presenta il vantaggio di ridurre le polveri generate durante la lavorazione. Anche la sabbiatura con umidificatore e l’aeroidrosabbiatura abbattono le polveri grazie all’impiego dell’acqua; c’è però una differenza: mentre nell’idrosabbiatura acqua e abrasivo vengono miscelati all’interno della macchina usata, nella sabbiatura con umidificatore l’acqua viene utilizzata dall’esterno; l’aeroidrosabbiatura, invece, prevede una miscela di aria, acqua e abrasivo.
  • Sabbiatura criogenica o a ghiaccio a secco: questa procedura, usata in contesti industriali, consiste nel colpire la superficie da trattare con dell’anidride carbonica allo stato solido (chiamata, appunto, ghiaccio secco); ha il vantaggio di non essere abrasiva e di non rilasciare polveri di lavorazione.

Idrosabbiatura: come sabbiare con l’idropulitrice e rimuovere vernice, ruggine e sporco ostinato

La tecnica della sabbiatura può essere adoperata anche in ambito domestico e hobbistico e uno degli strumenti utili – anche se non l’unico esistente –  è proprio l’idropulitrice: in tal caso, si parlerà di idrosabbiatura. La sabbiatura mediante idropulitrice è particolarmente utile nello svolgimento di piccoli lavori come la rimozione di ruggine, vernice, scritte e sporco ostinato da cancellate o muretti esterni: grazie a questo sistema, infatti, sarai in grado di pulire accuratamente queste superfici preparandole ai trattamenti successivi, come una nuova verniciatura. Ricorda che, prima di procedere con la sabbiatura – sia essa con idropulitrice o con altre attrezzature – per lavorare con la massima sicurezza è consigliabile adottare dei sistemi di protezione individuali idonei al tipo di strumentazione utilizzata. Per la sabbiatura con l’idropulitrice, ad esempio, suggeriamo di indossare degli occhiali protettivi che consentano di ripararti da eventuali schizzi.

Il kit sabbiatura: l’accessorio indispensabile per sabbiare con l’idropulitrice

Ma come avviene esattamente la sabbiatura con l’idropulitrice? Ci sono particolari attrezzi da utilizzare? Ebbene sì, per svolgere questo lavoro è necessario collegare alla macchina un apposito accessorio, molto semplice e comodo da usare: il kit per la sabbiatura.

idropulitrice-per-sabbiatura

Il kit è costituito da una lancia che va collegata alla pistola dell’idropulitrice; a questa lancia, a sua volta, è connesso un tubo che va inserito in un sacco colmo di sabbia fine e asciutta: in questo modo, tramite il sistema Venturi, l’idropulitrice adesca la sabbia presente nel contenitore e la fa uscire miscelata al getto d’acqua in pressione. La presenza dell’acqua, come spiegato in precedenza, fa sì che si elevino meno polveri rispetto alla sabbiatura a secco. Un piccolo suggerimento in caso di idrosabbiatura sul ferro: dato che i trattamenti a umido tendono a innescare il processo di ossidazione, suggeriamo di applicare sulla superficie ancora bagnata un prodotto inibitore.

Vuoi provare a cimentarti in qualche lavoro domestico di sabbiatura? AR Blue Clean offre  tutta l’attrezzatura necessaria, dal kit per sabbiare alla sabbia stessa, calibrata e filtrata, ideale per ottenere il massimo dei risultati con l’idropulitrice. I modelli sono vari, ciascuno dei quali compatibile con idropulitrici differenti della linea AR Blue Clean: contattaci per ricevere maggiori informazioni sull’acquisto!